NOMOS Limited Edition - Autobahn Director’s Cut

Con il termine Director’s Cut, di solito utilizzato nell’ambito cinematografico, si intende la versione di un opera mostrata così come era stata originariamente pensata dal registra o dal suo creatore, ovvero nella sua versione originale, se fossimo nel settore automotive parleremo di “Concept” ed e’ proprio questo che probabilmente in NOMOS avevano in mente, mostrare l’AUTOBAHN, modello che come sappiamo divide il pubblico di estimatori per il suo design di “rottura” rispetto al resto della gamma, nel pieno del suo estro, ed in puro stile “Automotive”!

Ed ecco che sulla scia dei festeggiamenti dello scorso anno arrivano tre Edizioni Limitate a 175 pezzi ciascuna dell’Autobahn, 3 varianti ispirate a 3 autostrade tedesche!

Questi i nomi; A3, A7 e A9:

Le caratteristiche tecniche e le dimensioni sono le stesse dei modelli continuativi, ne abbiamo già parlato, ma ora l’Autobahn è libero di mostrare tutta la sua irruenza grazie a queste nuove combinazioni cromatiche e ad un nuovo e specifico bracciale di pura ispirazione Racing anni 70!

A3:

A7:

A9:

Credo che il bracciale sia un tocco di classe e che completi l’Autobahn che nella versione in tessuto rende un po’, passatemi il termine “orfana” la cassa!

Voi che ne pensate? Quale Autobahn scegliereste?Io senza dubbio la A9!

Sono curioso di scoprire le vostre preferenze! :wink:

@Pakal
@francescofalcone
@asca2.0
@oliver88
@Frarubi
@Mark3
@afornitgold
@unrealworld28
@osteodoctor
@matteo
@lorenzorigamonti
@ariken
@alex1783
@Fiorellato1986
@ferrawatchpassion
@paolinodrummer

7 Likes

onestamente nessuno, davvero, il bracciale poi mi ricorda gli orridi olongapo

4 Likes

Cosa sono gli “olongapo”?:sweat_smile:

4 Likes

A9 molto bello, ma con quel bracciale non lo acquisterei mai. Secondo me è un po’ segmentante.

Piuttosto mi piacerebbe molto vederlo con uno strap in pelle traforata e inpunture rosse, per esempio.

5 Likes

Parere personale nonostante nomos non sbaglio un colpo ed è palese, ma questa linea a mio gusto non mi soddisfa, bello per caricatá ma mi dice poco, inoltre le grosse dimensioni su linee classiche non mi piacciano e li vedo poco real in un contesto casual per tipologia non per contenuti; nomos ha percorso una lunga strada nei vari anni senza sbagliare mai un colpo quindi astengo il mio giudizio oltre perché, nonostante il bracciale sia una bella creazione.

3 Likes

A9 salvabile.

A3 ni.

A7 è un nonsense. Un autogol pazzesco di Nomos, distante da tutto e oggettivamente mal riuscita.

Continuo a non capire alcune mosse del brand

5 Likes

È un collab watch ed è un “esperimento” fatto su un concept di orologio diverso dal solito. IMO.
A me piace proprio A7, ma i gusti sono soggettivi.

3 Likes

Vero! @afornitgold

3 Likes

dei bracciali simili fatti nella città omonima durante la guerra e abbastanza famosi specie nei Rolex vintage periodo guerra del Vietnam, roba da soldati americani

No vabbè non esageriamo :slightly_smiling_face:

1 Like

:rofl: io direi che assomiglia di più a questi:
Originali anni 70!


4 Likes



non sono tutti come quelli per i corpi americani ma io questo stile di bracciale l’ho sempre sentito denominare olongapo

2 Likes

Seiko montava dei bracciali originali racing sul 6139-8020:
Io li trovo bellissimi!


3 Likes

Anch’io farei un giro sulla A9, magari con un Porsche :grinning_face_with_smiling_eyes:…scherzi a parte sono in linea con te ma la valutazione la faccio esclusivamente in base alle foto. Sarò molto curioso di vederli dal vivo!

6 Likes

Ragazzi il bracciale è agghiacciante :scream:

4 Likes

manco se mi pagano per portarlo …

4 Likes

A me l’unico che piace è A7 ma non lo prenderei mai.

6 Likes

Il bracciale è di rottura, volutamente nuovo ma credo vada visto e provato.

Poi al posto di quello si può montare il bracciale Sport. Penso ad A9 con full Sport. Ma equivale a declinarlo diversamente.

6 Likes

Francamente con quel bracciale No :-1: l’estetica dell’orologio può essere interessante… ma il bracciale è inguardabile!

5 Likes

Cosa ti piace, cosa meno

3 Likes


Horbiter Media Group 2020