Nomos: si o no? E perché?

Se siete in questo “club” credo che sia perché vi piace questo brand.

Ma cosa vi piace di più? E cosa vorreste cambiare/non vi convince?

6 Likes

Inizio io.

Plus

  • design semplice e pulito
  • movimenti di manifattura
  • misure giuste (niente 48/50mm)
  • preferenza ai cinturini vs bracciali
  • prezzi giusti

Minus

  • (a volte) deviazioni estreme tipo Autobahn A7 e colori pastellati sul Quadra
  • cinturini anonimi seppur qualitativamente ben fatti
  • Lambda Blu cassa acciaio prodotto solo come L.E. :smiling_face_with_three_hearts:

Credo sia un brand che stia ancora cercando di imporre la propria identità, ma la strada è quella giusta!

4 Likes

Io poi la mia preferenza la ribadisco senza problema alcuno… con preferenza al blu

5 Likes

Dico la mia, ho avuto la possibilità di vederne tanti e di scrivere.

Plus

  • Chiara identità di marca: portano avanti con coraggio la loro filosofia. Richiede tempo e duro lavoro ma paga alla fine se fai i passi giusti
  • Ragionano su ogni piccolo passo che fanno. Anche il loro primo bracciale in acciaio è stato frutto di attentissima valutazione e lo percepisci
  • Hanno uno dei siti più belli e fruibili in generale non solo dell’orologeria. Di livello tecnico e visuale altissimo e non sembra un e-commerce pur essendolo
  • il neomatik è molto più raffinato di calibri della concorrenza ed ha tutto quello che serve.
  • Adottano un approccio “Less is more” che punta ai connoisseur
  • Hanno avuto un coraggio imprenditoriale incredibile ma sono oggi industrialmente indipendenti da big supplier calibri
  • E’ un anti-hype brand ed è un pregio; la voce alla sostanza.
  • Value proposition insuperabile per un manifattura, in qualsiasi categoria
  • Zürich insuperabile tra i WT. Nominatemene uno, like for like

Cosa farei

Premetto che sono considerazioni da consumatore, i numeri potrebbero sconfessare queste valutazioni. Se sei nel business è da tenere in considerazione.

  • Vorrei un crono ed un diver. Autobahn fa da modello “rugged”, lo sportivo per eccellenza ma servirebbero imo un paio di modelli di più forte impronta maschile. Entrambi consoliderebbero il savoir-faire tecnico da manifattura in categorie strategiche.
  • Estensione di garanzia: non che ce ne sia bisogno ma è una leva importante di immagine; se la offre un tuo concorrente e insisti in media nella stessa fascia di prezzo medio va considerato nello scenario competitivo.
  • Razionalizzerei le collezioni, come ho scritto più volte. Ce ne sono tante ed hanno sicuramente tutte la loro ragion d’essere, ma tendono secondo me a creare un pò di disorientamento, in particolare quelle di forma che per colori e disegno sembrano non “in tune” con le più recenti anche perché di origine Nomos 1.0
  • Lambda in acciaio, ma credo sia solo questione di tempo
  • Azzardo finale: un calendario perpetuo ultra minimal e sottile che sfrutti la data anulare dei modelli Update. Parliamo di un flagship ovviamente.

Passo la palla a @paolinodrummer @afornitgold @matteo e vorrei sentire l’opinione del nostro nuovo membro @Bonfa.1975

6 Likes

Io mi ritrovo su tutta la linea con @gaetan-one, sottolineando quelle che ritengo le due maggiori aree su cui io interverrei subito:

  • troppe linee con pochissima differenziazione, per non dire solo il nome.
  • mancano dei veri sportivi maschili
6 Likes

ne vorrei uno che rispetti i miei soliti gusti estetici, perché no in oro …

1 Like

ciao Gaetano.
anche io mi ritrovo d’accordo con i tuoi punti.

principalmente il mio PLUS è la riconoscibilità e l’unicità di un marchio che seppur “non ha inventato nulla” porta avanti uno stile che mi piace molto e in un modo molto attento e mai scontato.
è una piccola azienda che produce orologi veramente molto ben fatti e in modo (come dici tu) attento e serio.
è vero poi che hanno una cura per il sito e per i cataloghi che paradossalmente è migliore di tantissimi altri brand che hanno un impero economico alle spalle.

MINUS? anche a me piacerebbe vedere dei “complicati”, un chrono in particolare e un calendario perpetuo.
diver? certo, perché no…un diver Bauhaus? sarebbe molto interessante
anche i corredi sono “poveri”.
anche i corredi sono minimalisti? mi sembra un po una scusa

5 Likes

Non conoscevo questo brand, dopo la tua introduzione sono andato a sbirciare il loro sito e devo confermare quanto da te scritto.
Mi sembrano veramente bravi ed attenti .
Interessante Autobhan, ed essendo uno sportivo , secondo me , dovrebbe essere da completare rendendolo più “ cattivo” . Magari anche in versione oro .

5 Likes

Grazie del commento Davide. Il 26 novembre, data del nostro evento (seguiranno dettagli), scopriremo diverse collezioni del marchio. Se avete richieste specifiche scrivetelo qui, in modo da sottoporre la richiesta al marchio.

4 Likes

Brand con un appeal particolare, si percepisce un divario tra brand percepito e prezzo di mercato che sicuramente sta contribuendo al successo del marchio.
Ottimi calibri, almeno esteticamente. Tecnicamente lascio la parola a @Mark3 e a @Bruliz .
Contro? Io a Brescia non saprei dove comprarlo. Lo compro online, però per eventuali revisioni o assistenza come funziona? Probabilmente è solo ignoranza mia… lieto di essere guidato dal nostro Riccardo

6 Likes

Buongiorno, effettivamente uno dei motivi del successo del marchio a livello internazionale è il rapporto qualità prezzo, oltre ad aver trovato un immagine chiara del prodotto facilmente identificabile.
Per quanto riguarda i calibri di manifattura, oltre all’estetica che segue le linee della scuola Sassone, direi che la qualità è ottima, come dichiarato dalla giuria Svizzera di esperti del Grand Prix d’Haute Horlogerie in occasione del premio vinto dal Tangente Update. La marca investe davvero molto nella ricerca e sviluppo dei calibri.
La distribuzione in Italia sta crescendo con logica, siamo passati dai 4 rivenditori a fine 2017 ai 35 previsti per la fine di quest’anno; cerchiamo partner che abbiano un serio interesse a trattare il marchio e quindi siano comunque appassionati di orologeria. In ogni caso la distribuzione non potrà mai essere così capillare come quella delle marche che lavorano nella stessa fascia prezzo per ovvie ragioni. Lo store locator del sito resta molto utile per una facile consultazione.
La possibilità di acquisto sul sito è un opzione, Nomos penso sia una delle prime marche del settore ad aver dato questa possibilità, rendendo così disponibile il prodotto anche nei mercati più lontani. L’assistenza viene fatta in Germania con tempi rapidi e finora non abbiamo mai avuto problemi in tal senso. Le revisioni hanno costi in linea con la politica di prezzo della marca.
Saluti

8 Likes

Grazie @riccardofissi ! Ero certo di una risposta super esaustiva . Non fa che avvalorare il brand

5 Likes

applausi

4 Likes

Credo che stiano lavorando molto bene, a livello tecnico i loro movimenti hanno un ottimo rapporto qualità prezzo, per entrare più nel dettaglio bisognerebbe vederli di persona ed esaminarli con più cura. Un movimento che secondo me va oltre in questo brand è il calibro DUW 1001 con 84 ore di autonomia montato nel Lambda sia a livello estetico che tecnico, alcuni dettagli lo rendono di livello superiore rispetto al 99% della gamma, anche se si potrebbe migliorare ancora per renderlo di livello superiore e abbattere totalmente la concorrenza. Magari durante l’evento potremmo ammiragli molto meglio.

4 Likes

Sembra scontato ma non lo è ( giuro di essere venuto a conoscenza di questa cosa che vi dico solo pochi minuti fa) ieri sera evidenziavo le lodi del fatto che un brand come Nomos visto la sua fascia di collocazione nell’ambito orologiero avesse realizzato un calibro molto bello esteticamente e molto funzionale nella sua costruzione come il DUW 1001 stamattina nel navigare sui social ho trovato sulla pagina di Meistersinger Watch USA questa immagine con tanto di articolo.


Quando si lavora bene i risultati arrivano!
Cosa ne pensate ? L’orologeria tedesca sta prendendo sempre più piede nel mercato orologiero?

4 Likes

Ho aspettato che rispondeste un pò tutti per poi dire anche la mia.
Non conoscevo NOMOS fino ad un anno fa circa, e rispondendo al quesito di @Pakal la risposta è SI, mi piace questa azienda! Mi piace anche se non ho mai posseduto un suo Orologio (cosa che spero di recuperare nel breve periodo), ne sono stato affascinato dall’introduzione di Riccardo al primo Webinar, non sono stato abbagliato da un orologio in particolare all’inizio ma dalla filosofia di NOMOS, dalla semplicità e dalla concretezza con le quali portano avanti la loro Mission, quella di realizzare orologi di altissima qualità al giusto prezzo e che mantengano il loro valore nel tempo.
Mi piace il Low Profile, il fatto che siano un azienda giovane che lavora duro e ha raggiunto grandi traguardi, l’indipendenza non solo produttiva ma concettuale, l’attenzione che pongono non solo nella realizzazione delle loro creazioni, ma anche all’ambiente nel quale operano, alle loro risorse e al modo di comunicare, schietto, semplice non altisonante ma di sostanza.
Io ho percepito questo di NOMOS, mi sono poi calato nelle collezioni scoprendo qualità e design.

Parlando di prodotto invece, l’unica cosa che mi sento di dire, in linea con @gaetan-one, è che probabilmente alcune collezioni potrebbero essere razionalizzate in termini di numerosità di referenze, in quanto si rischia di disorientare un pò l’acquirente in fase di scelta.

5 Likes


Horbiter Media Group 2020