Norqain - Kenissi - Chanel - Tudor - Rolex

Mi sono imbattuto in questo “ginepraio”… Kenissi vende a Norqain un movimento, lo stesso movimento equipaggia Tudor e Chanel. Sto cercando info e a quanto pare Kenissi è di propieà di Chanel, Tudor e Rolex.

https://www.norqain.com/movements/
https://www.ablogtowatch.com/norqain-partners-with-kenissi-the-watch-movement-manufacture-tied-to-tudor-chanel/

Avete info? Lo sapevate?

3 Likes

Kenissi è 100% Tudor

Per questo loro dicono “in house movement “ perché è fatta da un’azienda tutta loro

Però non permettono ad altri di utilizzare il brand Tudor e quindi gli altri scrivono Kenissi

Le so tutte ! :joy:

4 Likes

Allora su questo ragionamento tutti i marchi del gruppo Swatch che usano ETA possono scrivere “in house movement”

3 Likes

A quanto pare Chanel ha comprato quote di Kenissi…
https://www.orologidiclasse.com/chanel-acquista-quote-kenissi-fabbrica-movimenti/

2 Likes
2 Likes

No dai non penso che Rolex sia dentro con questa storia di Kenissi. :exploding_head:

2 Likes

Bisognerebbe capire a questo punto cosa intende Tudor per “in house”.
Probabilmente l azienda girerà la cosa come “abbiamo sviluppato il movimento apposta per il black bay ma non è in esclusiva per quel modello.”

3 Likes

intendono che non lo hanno sviluppato all’aperto.
E’ l’unica speigazione che mi do :grinning:

3 Likes

stavo pensando che Tudor su alcuni modelli ha utilizzato e continua ad utilizzare ETA.
adesso compra una manifattura e non solo comincia dunque a utilizzare “i propri” ma diventa lui il “terzista”.
mi sembra una normale evoluzione per un marchio che (anche se non piace a tutti) mi sembra stia crescendo molto bene.
alla fin fine forse nessuno scandalo.

3 Likes

Nonostante tutta questa “polemica” un Tudor me lo prenderei comunque.

1 Like

ti dirò di piu: nonostante questa polemica continuo ad apprezzare il mio tudor

2 Likes

Nonostante Tudor, continuo ad apprezzare questa polemica :grin:

3 Likes

Concordo.
Tra l’altro non mi pare stiamo parlando di chissà quale raffinatezza tecnica.

2 Likes

Che Tudor possiedi?

Io prima o poi lo sfizio di un Black Bay me la voglio togliere.

Purtroppo il Tudor Submariner è fuori budget :cry:

1 Like

ho avuto i BB 41mm ghiera rossa che ho amato alla follia nonostante lo spessore, aveva un quadrante stupendo.
venduto per poi prendere un BB58 che mi veste come un guanto. precisissimo e nonostante i colori piu classici e meno accattivanti del ghiera rossa il BB58 ha una bella personalità e lo indosso sempre molto volentieri.
davvero un orologio per qualsiasi occasione. il bracciale gli da una bellissima veste sportiva e con un cinturino in pelle prende un vero sapore vintage…
insomma: tudor mi piace, anche se forse sarebbe piu onesto dire che mi piace la linea black Bay di Tudor sia acciao che bronzo.
butto dentro anche il GMT anche se mi piacerebbe vedere colori diversi (un ghiera nera o azzurra?)
il resto della linea probabilmente non fa per me.

2 Likes

Io un tudor ce l’ho :joy: 79260

1 Like

Si pure io credo di essere interessato solo alla linea Black Bay.

Il BB58 nero è stupendo, ha proprio un bel sapore vintage. Il nuovo 58 blu mi piace comunque ma secondo me avrebbero dovuto lavorare meglio sui colori degli indici e i dettagli per dare la stessa impressione di vintage che ha il modello nero.

Per quanto riguarda il Black Bay normale da 41mm starei sempre sul modello con il quadrante nero e ghiera blu o anche il modello verde di Harrods non mi dispiacerebbe.
Ho provato anche il bronzo ma è un po’ troppo grosso per il mio polso.

Mi piace anche il GMT, vedremo che colori tireranno fuori in futuro.

Tra tutti, forse, prenderei il GMT.
Ma solo perché non ho un orologio con quel tipo di “complicazione”.

2 Likes

Foto del mio BB58 quando arrivò a casa!

A me non piace solo il colore della luminescenza quando è in penombra…troppo a contrasto con le scelte cromatiche del resto del quadrante…

2 Likes

“Quando è in penombra “

@francescofalcone Andrea è pronto per andare a lavorare in Grand Seiko :joy:

4 Likes

Magari!:sweat_smile:

1 Like


Horbiter Media Group 2020