Nuove LE GS per Thailandia

sono GS ma visto che da noi non arriveranno mai li ho messi qui …

5 Likes

Imbecilli

1 Like

Il verde è bellissimo

2 Likes

dai su … le LE Thai ci sono sempre state …

verissimo ma ha la data :pensive:

2 Likes

Dai Albè ma che politica commerciale è?

A ogni paese il suo quadrante ecc ecc ?
La trovò una cosa davvero si difficile comprensione per un brand che vuole diventare globale .
Faccio passare anche le storie sui quadranti (l’ultima che ho letto è quella di uno che rappresentava le onde di notte nello stretto di stocazhuo ) ma fare 1 milione di versioni , per di più limitate a certi paesi , secondo me non fa altro che confondere il cliente alla meglio …alla peggio farlo inviperire perché vedi un orologio che vorresti comprare ma non puoi (e non per mancanza di pezzi ma perché proprio non previsto per te )
Commercialmente una stronzata mostruosa

3 Likes

non ho detto che ti debba piacere ma solo che Seiko ha sempre fatto così, non è una novità, da sempre ci sono versioni JDM e riservate ad altri mercati, ultimamente spesso agli USA che rappresenta il mercato dove GS vende di più.
Seiko non è Rolex che ha due referenze in croce, ne avrà 50.000 (non per dire) non è che le puoi trovare tutte e dappertutto no ?
C’è la maison che cerca di farti avere interesse per l’orologio creando ad arte disponibilità ridotta e promulgando il mercato nero e la speculazione e c’è chi invece ci prova con edizioni LE non disponibili nel tuo mercato … ognuno gioca con le armi che ha …

3 Likes

Sincerely mi snerva un’analisi non corretta

Sulla scarsa disponibilità di Rolex , che tu dici fatta ad arte , io la trovo un’idiozia
Produrre orologi di lusso non è come produrre bulloni . Anche Rolex ha bisogno di orologiai che non si trovano ed , in più , non è che tutti debbano sempre aumentare l’offerta al massimo .
È la domanda che esplosa in modo esponenziale.

Detto questo sulla casa coronata e tornando su Seiko / GS …hai ragione …hanno sempre fatto così
Ma se per Seiko chi se ne fotte per GS commercialmente credo, il discorso dovrebbe essere diverso .
Non puoi avere le stesse logiche per vendere orologi da 500euro o quello da 7k e oltre .
Poi chiaramente è la mia opinione (ma so che è giusta come tutto quello che dico …è un problema che mi portò dietro da quando ho iniziato a proferir parola )

2 Likes

sul corretto o meno è difficile stabilirlo, e poi non è una analisi sono solo opinioni, personalmente credo che non sia SOLO questione di domanda aumentata (e anche su questo aspetto ci sarebbe da chiedersi se c’è lo zampino della maison coronata a fare leva su social e influencers foraggiandoli per drogare la domanda) ma ANCHE di precise politiche di marketing che fanno leva sull’emulazione e sul lucro, poi chiaro fanno il loro lavoro (pure benissimo eh, a guardare solo i risultati) ma questo non mi impedisce di essere schifato da queste modalità di promozione del prodotto (che, per alcune referenze, trovo pure riuscito in se).
Già il fatto che abbiano messo GS come brand a parte lo trovo triste (è il solito trucchetto del menga tipo Lexus/Toyota Infinity/Nissan e compagnia cantante), almeno ci hanno lasciato il nome Seiko, se a te risulta piacevole essere trattato come un bimbo deficiente che se cambia il nome del brand ci associa tutt’altra cosa … a me non da fastidio avere un Seiko da 10K (cifra buttata a caso) anche se la maison parte dai 50€ …
Non è che io sia certo immune al nome o al blasone però davvero a me il fatto che un orologio sia associato ad un certo tipo di persone (fenomeni sui social, speculatori, traffichini, raccomandati mafiosi che saltano le “liste”, ecc. ecc.) tra le due mi fa passare la voglia di acquistare l’orologio o se c’è l’ho mi fa quasi vergognare di mettermelo (cosa rara perché appunto - non facendo parte delle suesposte categorie - a me non viene dato praticamente mai nulla di “hot”).
Se sei veramente convinto di essere sempre dalla parte della ragione beh l’autostima non ti manca di certo (ed è una cosa buona) però se è vero come dice Newton che ciò che sappiamo è una goccia mentre ciò che non conosciamo è l’oceano allora ti aspetta un lungo viaggio :slightly_smiling_face:

2 Likes

Beh ma che c’entra . Io ho sempre ragione sulle cose di cui parlo …mica ho detto di essere onnisciente ! :joy:

Poi sulla questione orologi e grand’ Seiko che ti devo dire …Grand Seiko è un brand a se da tempo e fa orologi diversi da Seiko

Così come Toyota / Lexus . Poi che ci siano cose in comune tra le auto di uno stesso automaker concordo ecc ecc

Detto questo sei andato leggermente fuori traccia …come dicevano a me alle elementari :joy:

Comunque il verde è di una bellezza unica.
Penso che i quadranti di Gs sono i più belli in assoluto. Hanno lavorazioni da fuori di testa.

3 Likes

perdonami ma “io ho sempre ragione sulle cose di cui parlo” mi sembra già sufficiente senza andare sulla onniscienza :joy:
Il punto è che grand seiko non esiste, è semplicemente un brand di Seiko, come Credor Alba e altri … chiaro saranno pure società distinte e ovviamente hanno anche reparti produttivi differenziati ma la distinzione è fatta per convincere (sviare) l’acquirente dal nome Seiko che viene percepito come “cheap” perché ha a catalogo migliaia di referenze “PMW”.
Idem per i brand di lusso creati da altre aziende.
Se la cosa (che incredibilmente funziona :man_facepalming:) ti sembra rispettosa per Il cliente … a me pare una presa per i fondelli.
Diverso per le maison che nei decenni (secoli) hanno veramente acquisito un nome e un blasone per quello che hanno prodotto (ma che non evita loro molto spesso dei bei scivoloni).

PS
non c’è un tema e non siamo a scuola :slightly_smiling_face:

Beh ma è che sono razionale : se non sapessi di cosa parlo non parlassi :joy::joy:

Tornando sul discorso “multi-brand “
Sono con te con il principio : è sempre Seiko però , per fare un’analisi corretta questa letttura mi sembra semplicistica.
Tu sei tecnicamente mooolto più preparato di me sugli orologi ed omosessualità (ma quest’ultimo è argomento privato e quindi non lo tocchiamo qui ) .
Tornando agli orologi se mi dici che tra un diver Seiko da 500 euro ed un diver Grand’ Seiko c’è al massimo un 50% di differenza ma il prezzo è 10, 20 volte tanto allora hai super ragione .
Ma se invece i componenti in comune sono un 10/20% allora forse il discorso cambia .
Se invece in comune non hanno proprio nulla ma solo la parte Seiko nel nome ed un po’ il design allora il discorso è proprio un’altra cosa .

Poi si passa alla questione pricing …ed è fuori di dubbio che un prodotto che vuole essere luxury abbia un prezzo assolutamente sproporzionato rispetto al valore intrinseco del bene stesso e , giustamente li , ognuno fa il proprio ragionamento sul cosa stia comprando .

Poi c’è il discorso di mercato / speculazione (termine a te più caro ) e li si entra nell’economia sociale ecc ecc ed il discorso fuoriesce da un’analisi se vuoi “razionale “ e si entra sullo studio dei processi decisionali delle masse / gruppi numerosi di persone .

Io di mio tendo a non voler seguire tanto il brand e vorrei poter spendere i miei soldi solo seguendo valori estetici/tecnici/di stranezza che mi piacciono …però purtroppo non posso non tener conto del discorso mercato non essendo un billionaire

Chestè

2 Likes

ti ringrazio dell’accostamento tra orologi ed homo :joy:
Il “problema” è che Seiko ha una gamma di referenze unica nel panorama mondiale come varietà e quantità e spazia dai 50 ai 500.000€ circa … per questo non è paragonabile a maison che sono invece più centrate su un prodotto specifico quindi più “catalogabili” e chiare per il target di clientela.
Seiko tra tutti i suoi brand può avere come cliente dallo studente squattrinato al miliardario …
Probabilmente questa cosa da fastidio al cliente della gamma medioalta che non vuole essere accostato alle realizzazioni più economiche perché compra nel pacchetto incluso nel prezzo dell’orologio tante cose immateriali come esclusività (vera o presunta), status blasone e via dicendo.
Quello che io personalmente non capisco è come il nome sul quadrante (parlo della stessa maison sotto differenti brand) possa cambiare qualcosa, specialmente quando la cosa è nota, misteri della psicologia oppure siamo davvero dei pecoroni cerebrolesi.

PS
Io credo che Seiko non regali nulla, tutto il listino ha il suo perché e in relativo tra le referenze lo trovo anche logico come posizionamento.
Il problema è che eravamo abituati troppo bene prima e Seiko si sta riposizionado.

1 Like



image

Volete ancora il Sub, il daytona o il gmt? :rofl:

4 Likes

Chi sono questi esseri?

3 Likes

Beh su questo concordo appieno come principio , il nome non dovrebbe fare la differenza

Ma la realtà ci dice che lo fa eccome.

Quindi rassegnamoci e amen

Però @gaetan-one dai , non essere antipatico con gli amicherei di @andrea

3 Likes

i due senza data sono davvero belli… gs sforna quasi sempre pezzi interessanti

3 Likes

dove stiamo finendo :weary:

4 Likes

Sono i tipici Rolexari tamarri,da brivido!

4 Likes


Horbiter Media Group 2020