Panerai Radiomir

Panerai Radiomir

Un bellissimo articolo

Il Panerai Radiomir è stato uno dei pionieri tra gli orologi subacquei. Il primo modello fu realizzato nel 1936, ma rimase a lungo lontano dagli occhi del grande pubblico, poiché la fornitura destinata alla Marina italiana era coperta da segreto militare. Particolarmente importante per i militari era la patina luminescente a base di radio alla quale l’orologio deve il nome. Bisognerà aspettare il 1995 perché il divieto venga ufficialmente annullato e Panerai possa finalmente mostrare a tutti le proprie creazioni.

A prima vista un Radiomir sembra avere poco in comune con un orologio subacqueo. Chi cerca, ad esempio, la tipica lunetta da immersione rimarrà deluso. Con la sua cassa squadrata dalla forma a cuscino, il suo design a due lancette e il grande quadrante rotondo, ricorda piuttosto un orologio elegante. Inoltre la corona conica e i passanti sottili del bracciale gli conferiscono un certo fascino vintage.

Un altro tratto caratteristico del Radiomir è il suo “quadrante a sandwich” composto da due placche sovrapposte: quella superiore con indici e numeri traforati, quella inferiore ricoperta di una patina luminescente. Questa struttura dona una sorta di effetto 3D al quadrante, proposto da Panerai nei colori nero, bianco, marrone, verde oliva e blu.

L’indicazione precisa dell’ora è garantita da movimenti automatici e a carica manuale sia di propria manifattura che basati su calibri ETA/Unitas.

Panerai Radiomir S.L.C. 3 Days

Una panoramica del Panerai Radiomir S.L.C. 3 Days

Il Radiomir S.L.C. 3 Days ref. PAM00425 è uno dei modelli più apprezzati della collezione su Chrono24. La sua cassa di 47 mm è realizzata in acciaio inox lucidato ed è impermeabile fino a 100 m (10 bar). All’interno della cassa è all’opera il calibro di manifattura P.3000 a carica manuale, che dà all’orologio una riserva di marcia di 72 ore.

La particolarità di questo modello è il cosiddetto quadrante S.L.C. di colore nero, dotato di indici a bastone a ore 3, 6, 9 e 12. Le restanti ore presentano degli indici puntati. Panerai afferma che si tratta di un design sviluppato dall’azienda alla fine degli anni ’30 per i militari italiani e mai prodotto in serie. Questo quadrante si trova anche nel Radiomir 48MM con numero di referenza PAM00577: tecnicamente è affine alla ref. PAM00425, ma questa variante presenta un quadrante di 48 mm di diametro in ceramica nera opaca che gli dona un aspetto più moderno.

Altri modelli Radiomir molto amati

Anche i modelli Black Seal sono molto amati dagli appassionati del Radiomir. Il nome allude a un’unità speciale di sommozzatori della Marina Militare che in passato è stata rifornita a lungo da Panerai.

Panerai Radiomir Black Seal ref. PAM00754

Un orologio particolarmente apprezzato di questa serie è il Black Seal Logo referenza PAM00754. Con il suo quadrante in acciaio inox di 45 mm, rientra tra gli orologi meno voluminosi della collezione, cosa che lo rende adatto a un pubblico più ampio. Oltre alle dimensioni il Black Seal si distingue dal cosiddetto S.L.C. per tre aspetti: innanzitutto il Black Seal ha il tipico design del quadrante Panerai con i grandi numeri arabi a ore 3, 6 e 12, mentre le altre ore sono contrassegnate da indici a bastone. La seconda differenza rispetto al modello S.L.C. la troviamo a ore 9, dove Panerai ha collocato i piccoli secondi, mentre la terza riguarda il calibro impiegato. Il Black Seal monta infatti il calibro a carica manuale P.6000 con una riserva di carica di 72 ore.

Panerai Radiomir Ref. PAM00753

Se i piccoli secondi non vi sono poi così indispensabili, potete optare per un Radiomir Base ref. PAM00753, che presenta la stessa cassa di 45 mm in acciaio inox lucidato ed è anch’esso animato dal P.6000. L’unico punto che lo differenzia dal Black Seal è proprio l’assenza dei piccoli secondi. Al suo posto troviamo un grande 9 luminescente.

Un’altra versione interessante è il Radiomir Black Seal 8 Days ref. PAM00609. Come si può intuire dal nome, ha una riserva di carica di otto giorni; questa è ottenuta grazie al lavoro svolto dal calibro di manifattura P.5000, che dispone di due bariletti accoppiati in serie. Una volta caricato al massimo, la riserva di marcia basta per una settimana intera.

Panerai Radiomir Black Seal 8 Days ref. PAM00609

Il Radiomir con cronografo e funzione GMT

Il Radiomir è disponibile anche con altre complicazioni. Apprezzatissima da chi viaggia molto è la funzione GMT, che permette di avere sempre sotto controllo due fusi orari contemporaneamente. Oltre a possedere questa funzionalità, il Radiomir GMT (PAM00657) è dotato anche di una lancetta centrale aggiuntiva che indica l’ora del secondo fuso orario. A differenza degli orologi GMT convenzionali, nei quali la lancetta impiega 24 ore per fare un giro completo del quadrante, quella del Radiomir ne impiega solamente dodici. Inoltre l’orologio continua comunque a indicare la differenza tra le ore antimeridiane e quelle pomeridiane tramite i piccoli secondi a ore 9. In posizione opposta, a ore 3, troviamo invece un datario. Il Radiomir GMT deve la sua ricchezza di funzioni al calibro P.4001: un movimento automatico di manifattura con 72 ore di riserva di carica.

Panerai Radiomir GMT ref. PAM00657

Un’altra complicazione molto amata è quella del cronografo, che permette di misurare gli intervalli di tempo. Nella famiglia Radiomir ad essere dotato di questa funzionalità è ad esempio il Radiomir Rattrapante ref. PAM00214. Si tratta di un cosiddetto cronografo rattrapante, che consente di cronometrare senza problemi diversi intervalli di tempo. A tal proposito l’orologio presenta due lancette sovrapposte dei secondi cronografici che inizialmente vengono azionate contemporaneamente. Quando si misura un tempo intermedio, una delle due lancette si ferma mentre l’altra continua la sua corsa. Ad animare il Radiomir Rattrapante è il calibro OP XVIII, basato sul Valjoux 7753.

Panerai Radiomir Rattrapante ref. PAM00214

Modelli alternativi al Radiomir

Se il Radiomir vi attrae ma siete alla ricerca di un orologio ancora più visibile al polso, vi consigliamo di dare uno sguardo più da vicino al Panerai Luminor. Il Luminor è il successore del Radiomir e ha mantenuto lo stesso design del quadrante del suo predecessore. Anche la cassa a cuscino riprende fedelmente il design degli esemplari che l’hanno preceduto. Il Luminor, però, mostra delle anse più robuste e soprattutto il caratteristico ponte proteggi corona. Quest’ultimo protegge la corona di carica dagli urti e la spinge verso la cassa contribuendo a renderla ancora più impermeabile.

Prezzi ed evoluzione del valore del Panerai Radiomir

Se state pensando di acquistare un Panerai Radiomir, su Chrono24 troverete sicuramente annunci che vi faranno risparmiare. I prezzi per gli esemplari nuovi si attestano all’incirca tra il 20% e il 30% in meno rispetto al prezzo di listino. Optando per un usato si può risparmiare ancora di più, a seconda delle condizioni del modello.

Evoluzione di valore del Panerai Radiomir S.L.C 3 Days, fonte: Watch Collection di Chrono24

Molti modelli Radiomir mostrano un’ottima stabilità di valore nel tempo. Ad esempio, i prezzi per un Black Seal Logo sono rimasti pressoché invariati negli ultimi dodici mesi. Nello stesso periodo il modello S.L.C 3 Days ha visto addirittura un leggero aumento del suo valore. Se un esemplare usato in buone condizioni a dicembre 2019 costava ancora 4.900 euro circa, a dicembre 2020 sfiora i 5.400 euro. Invece altri modelli, come il Radiomir GMT, hanno perso qualche centinaia di euro rispetto a un anno fa.

6 Likes

Bellissimo post Giuseppe.
Traspare tutto il tuo amore per il marchio e la collezione.

Il 423 che citi, che era la mia prima scelta quando ho invece virato su 424, è un bellissimo orologio e va via facile ai prezzi attuali.

Il posizionamento di prezzo non la dice tutta sulla qualità dei solo tempo Panerai e dei Radiomir. Peccato che il P999 sia out, suggerisco vivamente il P3000.

2 Likes

Grazie per il bellissimo articolo!
Dato il mio piccolo polso quando ho cominciato ad interessarmi a panerai avevo inizialmente optato per prendere un radiomir, vestibilissimo nonostante il diametro.
Ho dunque avuto modo di approfondire molto la storia del modello, sicuramente il quadrante “misterioso” è quello che amo di più.
Se avrò la possibilità non me lo farò sfuggire

4 Likes

@gaetan-one il tuo Radiomir e qualcosa di spaziale peccato solo che ha la finestra per la data altrimenti sarebbe l’orologio perfetto con quel quadrante California e uno spettacolo! Per quanto riguarda i movimenti che dire il P999 secondo me è un movimento semplice e affidabile se avessero dedicato un po’ di tempo e dato fiducia al calibro apportando quanche modifica estetica e aggiungendo il collo di cigno per la regolazione fine del tempo sarebbe stato perfetto… ma hanno voluto investire nel P3000 e successivi probabilmente solite scelte politiche aziendali :man_shrugging:

2 Likes

@paolinodrummer ti capisco anche io ho un polso piccolo ma che dire Panerai e Panerai secondo me facendo un paragone con le macchine che forse è più facile esistono clienti che comprano Ferrari Lamborghini Bugatti ecc ecc e poi ci sono quelli che sono un po’ sopra le righe e comprano la “Zonda Pagani” e li crei il tuo distintivo. Un suggerimento se hai problemi di polso guarda il Radiomir 1940 da 42 mm e molto comodo da vestire😉

2 Likes

inizialmente ho pensato subito al bellissimo Radiomir 1940 PAM512 (che ho visto possiedi).
ma avevo paura di acquistare un panerai, non panerai. volevo un classico sandwich dial ma con ponte proteggi corona.
ne ho provati un po negli anni ma nessuno di questi mi aveva convinto.
poi un giorno un amico mi ha prestato per una decina di giorni un luminor in titanio con cassa bettarini…è scattata la magia! ecco cosa mi mancava! la vestibilità c’era ma la leggerezza del titanio ha chiuso il cerchio per me.
a ottobre ho preso un Luminor Base PAM176 che non riesco a smettere di usare…sono tutt’ora “over the moon”.
un marchio che ha tutto quello che mi piace: storia, sostanza, originalità. una vera icona.

3 Likes

@paolinodrummer sono felice che tu abbia
trovato la tua dimensione in Panerai! Quando ti va scatta qualche foto del tuo Pam! Io l’unica cosa che non mi piace e il titanio troppo delicato troppo particolare per essere un materiale da orologio con quelle caratteristiche però capisco che lo hanno inserito nelle loro casse per renderle più leggere anche con le misure più importanti!

2 Likes

Eccolo!

4 Likes

mi piace molto il quadrante SLC, le dimensioni purtroppo non sono le mie …
ma il Radiomir ha le anse a filo ? :thinking:

1 Like

@afornitgold nella versione 1936 le Anse sono a filo invece nelle versione 1940 le anse sono fisse di forma classica.

2 Likes

occhio che panerai vanno provati, la casa ha fondamentalmente 5 casse diverse, tutte con dimensioni obiettivamente importanti rispetto al resto del mercato attuale ma con vestibilità completamente differenti!

vediamo se dico giusto…le casse sono:
luminor bettarini
luminor 1950
radiomir
radiomir 1940
submersible

3 Likes

ci credo ma per me un orologio di forma quadrata/cuscino quando è 36mm è già grande (provato).

1 Like

Ciao a tutti,
Stavo leggendo il mio libro Panerai e sono incappato in questa ref.2533


Il famoso Panerai 2533 vintage con l’esclusivo quadrante a sandwich con indici a bacchetta nei 4 punti cardinali senza secondi è considerato uno dei primi, se non il primo Radiomir mai realizzato.
Per rendere omaggio a questo orologio storico, la moderna azienda Panerai ha rilasciato tre edizioni speciali, il PAM 373 Platinum nel 2011 e il PAM 449 nel 2012 e per finire il PAM 425 tutti con vetro plexiglas a ricordare il loro capostipite. Nel loro catalogo, Panerai menziona un secondo 2533 con quadrante Baton e piccoli secondi a ore 9.
Conoscevate già questa referenza ?
Avete altre notizie su questo fantastico orologio ?
curiosità o aneddoti?

3 Likes

Sì e ricordavo sia la platino che la 425.
Quando ho preso il 424 la prima scelta era caduta sul 425.
In generale sulle referenze storiche Panerai dovrebbe secondo me attenersi ancora di più all’originale.

2 Likes

Il famoso “quadrante misterioso”

Dal sito panerai:
"Nella storia di Officine Panerai esiste un modello Radiomir estremamente raro e avvolto da un alone di mistero, di cui si conoscono solo due esemplari risalenti alla fine degli anni Trenta. Panerai ha chiamato questo misterioso quadrante S.L.C. Le sue origini non sono facili da ricostruire. Secondo alcuni storici, le due versioni conosciute, di cui una è dotata di indicatore dei piccoli secondi, erano probabilmente prototipi sperimentali, che non sono stati in seguito prodotti. "

Bellissimo!!!

3 Likes

@paolinodrummer in molti esperti dicono che il primo Radiomir con quadrante S.L.C è questo.


Concordo con te non ci sono notizie uffici a riguardo.

4 Likes

trovo sia davvero un quadrante stupendo

3 Likes

il quadrante definitivo.

2 Likes

@paolinodrummer @gaetan-one in realtà anche se non dovrei :face_with_hand_over_mouth:penso sia propio uno degli orologi più affascinanti più colmi di mistero e di storie che lo hanno reso un’icona! Panerai Radiomir lo compra e lo insegue l’amante chi cerca lui è non per moda o per fini economici, proprio questa sua realtà parallela lo rende unico!

4 Likes

si, molto bello e minimalista.

1 Like


Horbiter Media Group 2020