ROLEX Cellini King Midas by Gerald Gènta

Tempo fa, quando ho aggiornato uno dei miei articoli sul ROLEX Cellini, il Paperino del marchio, ho scoperto che Gerald Gènta ha messo le mani anche su un ROLEX, disegnando un Cellini molto particolare, il King Midas:

movimento a carica manuale e bracciale integrato. Chi lo conosce o l’ha avuto? Mi ricorda un orologio in oro con bracciale integrato che un amico ha preso da poco… :slightly_smiling_face:

lo conoscevo, mai avuto, non è che sia molto somigliante al mio “armadillo” :smile:

1 Like

no, non somiglia al tuo, però il concetto con bracciale integrato è simile. Lo trovo particolare ed interessante. Monta un calibro manuale, ma ignoro quale :roll_eyes:

Dal web:

Disegnato da Gerald Genta che si è ispirato all’antica Grecia, il design è ripreso dalla maestosità del Partenone.
L’orologio è scolpito da un lingotto d’oro giallo a 18k o in oro bianco con un peso che vaira dai 150 ai 200 grammi a seconda del modello e del metallo utilizzato.
E’ stato il primo Rolex a montare un vetro zaffiro.
La sua prima referenza è una 9630 in edizione limitata a 1000 esemplari, seguita poi da una referenza 3580 anch’essa in edizione limitata.
La refernza 3581 detta anche “Queen Midas” nasce ovviamente per vestire le signore.
Tutte le referenze, fanno parte della linea Cellini.
Il King Midas lo possiamo vedere in James Bond “l’uomo dalla pistola d’oro” (1974) al polso di Christopher Lee.
Ma il più famoso King Midas lo troviamo al polso di “The King”, Elvis Prisley durante i sei concerti al Huston Livestock Show and Rodeo.
Elvis si presenta con una serie limitata refernza 9630.
L’orologio è ora esposto a Graceland e sembra essere stato usato per nuotare visti i danni riportati al quadrante.
Il King Midas infatti, non è della linea Oyster! Per tanto la sua impermeabilità era nulla.

Le sue dimensioni sono di 27,5 di larghezza per una linghezza totale di 103,2 con uno spessore di 5mm.
Ha funzioni di ore e minuti.
La cassa in due parti è spazzolata e asimmetrica con corona antiscivolo a filo con la cassa.
La chiusura del bracciale integrato è a scomparsa e con incisa all’interno la scritta King Midas.
Il movimento è un calibro 650 rodiato, 18 rubini, spirale piana autocompensata, bilanciere monometallico, aggiustato in 5 posizioni.

1 Like

Grazie Alberto,
come al solito Elvis amava orologi particolari (vedi il Ventura).
Chissà se possa mai avere un futuro collezionistico, comunque già ora non costa poco in media: 11k€+

1 Like

beh min 150 grammi d’oro, fino oltre i 200 … dai 6 agli 8K solo per il costo puro del materiale …

2 Likes

Osservazione sacrosanta!

Non credo lo metterei ma adoro quasi tutto quello che è Genta. Come sempre la sua abilità nel tirare linee pulite e tornare all’essenziale è unica. Lo prenderei per mia moglie :slight_smile:

Ps: non capisco l’uso dell’oro. Acciaio funzionava uguale.

1 Like

ma come non capisci l’uso dell’oro?
è un orologio in onore del Re Mida, leggenda dice che tutto quello che toccava con la mano sinistra divenisse oro, come potevano farlo di un altro materiale ?
ogni orologio è ricavato da un lingotto in oro pieno …

1 Like

Si sì, a livello marketing certo. Non lo capisco nell’economia estetica del pezzo.

1 Like

c’è in oro bianco se vuoi … esteticamente è molto simile.
comunque non credo sia solo marketing o meglio credo sia proprio la volontà di selezionare l’utenza target dell’orologio (per costo ma anche per le forme un po’ fuori dagli schemi per indossarlo devi essere una persona particolare).

3 Likes


Horbiter Media Group 2020