I calibri di NOMOS

Il movimeto, come sappiamo, è il cuore di ogni orologio mecceanico e NOMOS realizza autonomamente tutti i sui calibri!

NOMOS è da sempre famosa per i suoi movimenti a carica manuale ma oggi propone una vasta gamma anche di calibri automatici, ugualmente precisi e, in alcuni casi, anche estremamente sottili.

Tutto ha avuto inizio con il calibro Alpha.
Alpha è stato il primo calibro interamente realizzato In-House, correva l’anno 2005, ad eccezione dello scappamento (ora di proprietà con il NOMOS Swing System), e discente diretto del NOMOS 1 (2001) a sua volta basato sul calibro Eta Peseux 7001 che da questo si diffrenziava per l’adozione di ponti, platine e ruote di produzione interna.

“Oggi NOMOS realizza sei differenti movimenti a carica manuale. Con cassa tonneau o tonda, con indicatore di riserva di carica e datario o senza complicazioni. Ciascun calibro è un oggetto unico, con il proprio numero inciso, rifinito con lavorazioni perlage, regolato in sei posizioni e preciso come un cronometro.”

Ecco qui la famiglia dei calibri manuali:
image

Come per i manuali, Epsilon è il pirmo movimento automatico ufficiale di manifattura NOMOS e ha rappresentato l’inizio di una nuova era per la Maison, dando appunto il via alla produzione autonoma di calibri a partire dal 2006.
Epsilon è di fatto la versione automatica del primo genito Alpha, grazie all’aggiunta di un sistema di carica bidirezione, progettato internamente, alla base del predecessore.

“Oggi NOMOS annovera ben 7 modelli diversi di calibri automatici e possono includere datari e fusi orari o essere del tutto privi di complicazioni”.

Ecco qui la famiglia dei calibri automatici:

Alpha ed Epsilon vicini:

Voi preferite i calibri automatici o siete di più per quelli manuali?
Quali caratteristiche apprezzate dei due?

@Mark3
@Bruliz
@lorenzorigamonti
@francescofalcone
@Arsmax
@Max
@paolinodrummer
@Pakal
@oliver88
@gilippo
@Cesare
@Aron
@Denny
@Edo96
@Fiorellato1986
@Giuseppe_Spaziani
@asca2.0
@osteodoctor

6 Likes

Grazie Andrea,

voto Alpha, Zürich, Lambda ed il neomatik di Metro Update.

4 Likes

Non entro nello specifico dei modelli di NOMOS.

Parlando in generale io personalmente preferisco l’automatico.
È una risposta scontata ma io sono fan della comodità.

Indossandolo tutti giorni, so che fino a che non lo ripongo per cambiare orologio, questo non si ferma.

4 Likes

Non ho molti orologi a carica manuale ma ne apprezzo il fatto che si mantiene un rapporto quotidiano con l’orologio, dedicandogli qualche secondo al giorno…
L’automatico comunque é certamente più comodo nel lungo periodo…molto belli i calibri automatici Nomos… :+1:
Buona serata
Massimo

6 Likes

Apprezzo molto il DUW 1001 calibro con rifiniture molto elevate, nella sua semplicità estetica è fantastico! Per quanto riguarda gli altri calibro molti di loro hanno un ottimo rapporto qualità prezzo ma devo essere migliorati dal punto di vista “estetico qualitativo”.

6 Likes

Mi piace moltissimo il Lambda, sui movimenti apprezzo sia i manuali che gli automatici con lieve preferenza all’automatico.

Ho avuto solo un Nomos non posdo esprimermi sui loro calibri

6 Likes

Ciao a tutti, personalmente preferisco i movimenti automatici, anche se però penso che i manuali abbiamo un fascino particolare.

4 Likes


Horbiter Media Group 2020